Programma

Riteniamo che si possano reperire le risorse per la loro realizzazione senza dover fare intervenire il privato E SENZA subire un impianto crematorio come era nell’intenzione dell’attuale giunta:
– Pista Ciclabile Piazza San Sebastiano – Chiesa di San Giovanni (cimitero).
– Collegamento di via Marconi/via Fermi e Masolina con il centro cittadino.
– Pista ciclabile per Candiolo con la ricerca di finanziamenti da enti superiori e sinergia con i Comuni interessati.

Studio e progettazione di una soluzione che metta in sicurezza l’ingresso al Campo Sportivo, l’ingresso su via Torino arrivando da Candiolo, e l’uscita SADEM.
Studio di fattibilità realizzando un percorso alternativo al centro abitato per i mezzi agricoli.
Messa in sicurezza di corso Italia e via Torino con modifica del percorso dei pullman Sadem evitando il transito su piazza Giovanni XXIII, migliorando il servizio su piazza San Sebastiano.
Spostare impianti semaforici sulle intersezioni per rendere efficiente il semaforo su corso Italia.
Messa in sicurezza dell’incrocio di via Marconi con via Lenagena e via delle Vignasse, per rendere tale via dotata di percorso ciclo pedonale
Asfaltatura delle zone che più necessitano di tale manutenzione: in particolare, alcuni vicoli e vie periferiche, strada per Tetti Cavalloni, strada per la cascina Ponte Fantino.

Abbiamo intenzione di valorizzare l’area attigua al Lago dei Germani rendendola polmone verde del paese. Creeremo un parco attrezzato per attività motoria e podistica ed un’area ludica per i bambini con l’inserimento di parcheggi.

Realizzazione della Sezione Primavera e adattamento dei locali al primo piano dell’ex scuola elementare (Piazza Giovanni XXIII), locali attualmente inutilizzati.
Proseguimento della convenzione con la scuola paritaria Baima, collaborazione e sinergia per lo sviluppo dei servizi al fine di rispondere alle esigenze dei cittadini.
Apertura seconda sezione della Scuola statale Gariglio.
Indagine sulla necessità di un asilo nido sul territorio.

E’necessario fornire strumenti di prevenzione e valutare nuovi sistemi di controllo.
Aumentare la presenza di telecamere. Organizzare incontri di prevenzione truffe in casa a carico di anziani e prevenzione ai ragazzi su droga e pedofilia.
Migliorare le sinergie tra istituzione comunale e forze dell’ordine competenti sul territorio al fine di sensibilizzarle sui problemi reali della cittadinanza.