apr 17

disegno-di-biciclettaLunedì 14 aprile, al Centro incontri,  vi è stata la serata di presentazione di “Piazza ragazzabile”.

Il progetto è organizzato dal Comune di Piobesi T.se e di Carmagnola in collaborazione con l’associazione Forum Giovani di Piobesi T.se e con la Cooperativa Oltre la Siepe, e fa parte del Piano locale giovani.

Piazza Ragazzabile cerca di stimolare una sensibilità ecologica, offrendo a ragazzi e ragazze un’esperienza fortemente legata alla compatibilità ambientale e potrà dar loro un input per promuovere con le loro azioni la realizzazione di un “nuovo approccio all’ambiente” partendo proprio dalla scelta di comportamenti quotidiani consapevoli e da una relazione tra cittadini adulti e giovani.

I partecipanti saranno divisi in squadre e faranno piccoli interventi di “ecologia urbana” con la supervisione di un educatore.

I laboratori prevedono attività manuali: riparazione bicicletta, riparazione attrezzatura, recupero oggetti, falegnameria, pittura, riqualificazione di aree pubbliche, documentazione foto-video dei singoli interventi, il tutto finalizzato alla formazione personale ma a servizio del paese e prevede il coinvolgimento delle associazioni locali e di alcuni volontari. I ragazzi dovranno essere dotati di bicicletta e potranno spostarsi solo in bici. Inoltre, ai giovani che aderiranno sarà riconosciuto un rimborso spese e i crediti formativi.

Requisiti : età compresa tra i 15 e i 17 anni (dalla prima alla terza superiore)

Durata: dal 16 giugno all’11 luglio 2014 – ogni pomeriggio, dal lunedì al venerdì.

apr 8

29 marzo, Giornata del Territorio Pulito.

Da oltre 15 anni, l’Amministrazione Comunale ha fatto propria questa iniziativa partita da un gruppo di cittadini responsabili e sensibili.

Una mattinata a raccogliere cartacce e immondizia dispersa, a volte, in modo deliberato. Trenta volontari, alcuni ragazzini ed un gruppetto di bambini (che bello!) e Amministratori in testa… .

Grandi assenti, come sempre, i rappresentanti delle opposizioni in Consiglio Comunale, non di rado avvezzi a parole altisonanti sulle questioni ambientali ma, di fatto, incapaci di realizzare gesti concreti grandi o piccoli che siano.

Che si fosse presenti solo per la bella faccia? .. forse … una bella costanza però…per 15 anni!

Un bell’autogoal, quindi, proprio all’inizio della campagna elettorale. Ma in fondo si tratta anche di “coerenza”, continuare a farsi notare per … l’assenza è sicuramente un atteggiamento lineare. Speriamo si continui così, e che le urne ne decretino l’assenza anche… dalla guida del nostro Comune.

111131191

gen 28

piobesi_youtube

Una scuola bio

E’ possibile vedere su You Tube un video tratto della trasmissione DALLA PARTE DEL CONSUMATORE, andata in onda giovedì 20 gennaio alle ore 20.50 su Telecupole. Il video presenta un servizio interamente decicato alla nuova scuola elementare di Piobesi. Per vedere il servizio cliccate qui.

nov 12

giardino_castello

Tra i vari temi da affrontare con la nuova legislatura, c’era anche quello, sicuramente non trascurabile per l’immagine stessa del nostro Comune e del suo patrimonio culturale ed ambientale, del buon aspetto del giardino del Castello, con i suoi viali e vialetti immersi in antiche siepi di bosso e pregiati alberi secolari .

Come fare? Il bilancio è già tirato, gli operai del comune già super impegnati, e allora…? Con decisione coraggiosa e caparbiamente piemontese alcuni membri del Gruppo Consiliare Continuità e Rinnovamento hanno deciso d’intervenire direttamente, a partire dalla metà di luglio, mettendosi all’opera con forbicioni tagliasiepe, rastrelli, vanghe e quant’altro necessario per riallineare le siepi, estirpare le infestanti, rimuovere le fitolacche e ridare ossigeno e bellezza ai sentieri costeggiati dall’antico bosso.

Un buon lavoro di squadra, alcuni sabati dedicati alla santa causa, e tanto olio di gomito hanno
dato l’atteso risultato….

mag 25

 piano-regolatore

E’ stata approvata recentemente una variante di modesta entità per alcuni interventi che non impegnano in modo rilevante il nostro territorio. Rimane la parte che viene definita “sostanziale” che seguirà una procedura più lunga ma che, difficilmente, registrerà interventi edificatori più consistenti. I tre capitoli di rilievo della variante sostanziale  sono i seguenti:

  • analisi di alcune richieste che erano state escluse dalla fase precedente, per motivazioni tecniche, e che verranno doverosamente prese in esame
  • il commercio con la parte normativa che riguarda però aspetti formali e prese d’atto della attuale situazione dei perimetri commerciali
  • il più importante, l’adozione del PAI, Piano di Assetto Idrogeologico.

Vorremmo focalizzarci su questo ultimo punto: sappiamo tutti quanto questo territorio sia vulnerabile in caso inondazioni-esondazioni e la Regione esige, giustamente, che la varie Amministrazioni adottino misure di
protezione da questi eventi.  Gli interventi che abbiamo studiato sono finalizzati al completamento delle procedure per l’adozione della Variante Strutturale, al fine di ottenere uno strumento urbanistico rispondente alla odierna realtà e alle esigenze di uno sviluppo fisiologico e sostenibile del nostro tessuto urbano, prestando la massima attenzione possibile a tutte le implicazioni che deriveranno dall’adozione del PAI .

mag 24

autunno-06-064

Tra le opere pubbliche previste dal nostro Programma, gli interventi su via Trieste occupano una posizione di sicuro rilievo. In virtù dei recenti insediamenti abitativi di quest’area, è necessario ripensare alla viabilità e alla strutturazione della zona:  la sistemazione stradale di via Trieste, con la necessaria sostituzione dei tigli esistenti e il rifacimento del ponte (ponte Girone, per i vecchi piobesini) sono certamente prioritari. In particolare il ponte è elencato da molto tempo nei piani di sicurezza della Regione, in quanto costituisce un serio impedimento al deflusso dell’acqua in caso di aumento della portata del Rio Essa. Anche il Lago dei Germani, con la sua  nutrita fauna che incuriosisce grandi e piccini, può rivestire notevole importanza come area naturalistica.

Le azioni che intendiamo intraprendere comprendono il rifacimento del ponte di via Torino, la risistemazione delle sponde del rio secondo i canoni dell’ingegneria naturalistica, la creazione di un passaggio pedonale parallelo posto in sicurezza rispetto al traffico veicolare e di una passerella ciclo-pedonale di attraversamento (già prevista in precedenza), la progettazione e la gestione dell’aspetto naturalistico del Lago dei Germani e dell’area del Rio Essa, in collaborazione con associazioni del settore.

mag 21

 piobesi-sat1

Ci permettiamo, in questo e in successivi interventi, di esaminare e commentare alcuni punti del programma della lista Viviamo Piobesi, che tutti noi abbiamo ricevuto o stiamo ricevendo nella buca delle lettere.

L’argomento Piano Regolatore viene liquidato nel Programma con un riquadro di pochi centimetri, pochissime righe e anche nella presentazione al pubblico dell’8 maggio raccoglie pochi secondi. Il futuro di un territorio è legato all’entità e alle linee di questo documento fondamentale. La qualità della vita che tanti nuovi piobesini hanno riscontrato nel nostro territorio, può essere salvaguardata, incrementata ma anche fortemente condizionata in senso negativo. Nel Programma si trovano generici riferimenti alla “pianificazione territoriale” e ad una futura edilizia per giovani. E per tutelare i già residenti, quali sono le azioni in programma?

mag 17

raccolta-rifiuti

La gestione dei rifiuti è diventata un elemento chiave per tutte le amministrazioni pubbliche, non solo locali, ma anche su scala nazionale.

Nel nostro Comune la raccolta dei rifiuti solidi urbani è gestita dal COVAR 14 che si occupa di differenziamento, discarica e raccolta domiciliare. Negli ultimi anni abbiamo cercato di affrontare questo nodo cruciale attraverso azioni finalizzate a:
-razionalizzazione della frequenza nella raccolta;
-riduzione della diffusione dei cassonetti;
-efficienza dei costi del servizio;
-rimodulazione dei servizi di igiene urbana
La fattiva collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e il Covar, ma anche il comportamento virtuoso dei cittadini che ha consentito il raggiungimento di quota 71% nella raccolta differenziata, hanno permesso una graduale riduzione dei costi nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti. Ci auguriamo che questa positiva tendenza possa proseguire anche nei prossimi anni.