mag 2

L’attività è stata intensa e impegnativa sin dall’inizio. Cinque anni difficili, ma proprio per essere riusciti a superare le difficoltà, densi di soddisfazione.

Ringrazio il Vicesindaco Bussano per il sostegno iniziale, gli Assessori ed i Consiglieri, in modo particolare coloro che lasceranno l’incarico dopo lunga dedizione; un pensiero anche a chi, non eletto, ha comunque prestato la sua collaborazione.

Gli Enti Superiori ci hanno messo a dura prova: a volte, le situazioni, oltre ad essere difficilmente getsibili, erano addirittura imbarazzanti da sostenere, ma il nostro compito è anche quello di mediare soluzioni percorribili, e sono convinto che il nostro operato sia improbabilmente oggetti di critica.

Anche il limite entro il quale si è consumato l’inevitabile confornto con l’opposizione non a mai prevaricato la buona educazione ed il rispetto personale.

Ringrazio la Dottoressa Di Raimondo che, nonostante abbia suddiviso il tempo lavorativo con altri due Comuni, è riuscita ad orientarci attraverso le difficoltà della legislazione in continua evoluzione.

Infine, un ringraziamento speciale va ai dipendenti comunali con i quali, trascorso il periodo della conoscenza reciproca, acquisita la fiducia e trovato l’equilibrio necessario, è stato un piacere lavorare. Nonostante il complesso delle leggi non favorisca la situazione, sia per il congelamento delle assunzioni, sia per l’impossibilità di concedere miglioramenti economici, gli addetti hanno dimostrato comunque una dedizione inusuale al lavoro. Anche la stipula delle Convenzioni riguardanti le funzioni gestite congiuntamente con altri Comuni sono state accettate di buon grado e stanno iniziando a produrre miglioramenti di efficienza e di risparmio auspicati. Speriamo si torni presto a poter assumere ed a riconoscere i meritati miglioramenti, affinché ognuno possa eslpetare più agevolmente le proprie mansioni.

 

Il Sindaco, Luciano Bollati

ott 4

bilancio

Il 29 settembre si è svolta una seduta del Consiglio Comunale. Non ci dilunghiamo sull’importanza di questi momenti, fondamento dell’attività politico-amministrativa dei nostri Comuni, ma sottolineiamo semplicemente una particolarità che stiamo vivendo dalla scorsa legislatura.
Intendiamoci, queste assemblee, nel nostro Comune sono generalmente molto pacate in confronto a quanto succede in altre Amministrazioni, ma vi è un fatto singolare che si ripete da parecchio tempo e che riguarda i vari Bilanci sia nella loro presentazione ad inizio anno che nelle loro variazioni ed aggiustamenti: il voto favorevole dell’opposizione.
Nel dibattito vengono esternate logiche osservazioni, appunti, contestazioni, e tutto quanto possa derivare dal diverso ruolo che esercita un Gruppo di Opposizione. Si arriva così al voto che sarebbe logico attendersi contrario o perlomeno di astensione…invece nulla! Voto favorevole!
Siamo sicuri che i componenti del Gruppo Viviamo Piobesi (specie le nuove leve) abbiano le idee chiare?