dic 21

La legislatura sta volgendo al termine, cinque anni sono passati in un baleno, esprimere la soddisfazione di quando sono stato eletto è difficile talmente era grande, tanto più perché  il mio avversario, aveva una quindicina di anni di esperienza in ambito amministrativo locale, periodo che, visto il risultato, nonostante la pressante campagna elettorale, non aveva convinto.

Sebbene io fossi alle prime armi, grazie anche al lavoro svolto nell’Associazionismo locale e confidando nella CONTINUITA’ nel portare a termine quanto lasciato in sospeso dalle precedenti Amministrazioni, la Collettività di Piobesi ha ritenuto di concedere fiducia al nostro gruppo, sulla base di un programma elaborato per esigenze oggettive di conservazione e crescita, nel rispetto delle caratteristiche del paese, nel quale si tende ancora a valorizzare la qualità della vita. Programma che sin dalla prima intervista ho definito “vero”.

E proprio su basi concrete, non su fantasie e proclami, il GRUPPO di MAGGIORANZA  ha lavorato in questi anni.

La ricognizione del programma viene effettuata più volte nel corso della legislatura al fine di verificare insieme ai tecnici comunali: le risorse disponibili, le proiezioni delle entrate i solleciti di quanto non ancora incassato, la ricerca di nuove fonti di finanziamento. Elementi indispensabili per concretizzare studi e progetti.

In corso d’opera si è talmente impegnati tra un’evoluzione e l’altra, nuove possibilità, incertezze, improvvise o ricercate soluzioni, senza dimenticare le esigenze correnti da affrontare e risolvere giornalmente. In questo marasma a volte non si assaporano a dovere gli obiettivi raggiunti. Proprio per questo sento la necessità di rivivere a grandi linee il percorso dal 2009 al 2013 (ormai 2014) rendendovi partecipi.

Una delle prime scelte responsabili fu quella di continuare ad adottare per la remunerazione degli Amministratori la classe demografica inferiore (da 1000 a 3000 abitanti) con un risparmio lordo annuo di oltre i 26.000 euro.

Il PIEDIBUS fortemente voluto dalla Maggioranza, diventò da subito una realtà, grazie agli accompagnatori volontari, parte dei bambini vanno a scuola a piedi nel rispetto dell’ecologia e del vivere sano, iniziativa che a tutt’oggi  i paesi vicini ci invidiano.

SCUOLA DELL’INFANZIA STATALE con una corsa contro il tempo (per non lasciare che scadessero i termini pregiudicando l’apertura futura) grazie all’impegno di Amministratori e Privati a settembre del 2009 è stata inaugurata la prima sezione della Scuola Materna Statale.

Nuova SCUOLA PRIMARIA orgoglio e lungimiranza, un grande investimento in un momento difficile, ha significato di un’attenzione particolare dell’Amministrazione alla cultura, un luogo accogliente e sicuro dove chi rappresenta il nostro futuro, possa costruire serenamente e di conseguenza con un profitto migliore le proprie basi che saranno essenziali per i passi successivi. Pluripremiata per:    “Sostenibilità ambientale e sociale” – “Architetture rivelate” – “Dotazioni tecnologiche”.

RISTRUTTURAZIONE ex Scuola Elementare. Dovendo ovviare all’ostruzionismo alla vendita dei locali del  “dopolavoro” da parte della minoranza, con una brillante e proficua operazione di vendita terreni comunali, è stato possibile reperire i fondi per la ristrutturazione e adattamento alle nuove normative dei locali precedentemente occupati dalla scuola elementare, permettendo di trasferire e inaugurare nel gennaio 2013 la nuova sede della Scuola Materna Statale, con un notevole risparmio sui costi di locazione dei precedenti locali. ASILO NIDO nel piano superiore ex scuola, a seguito sondaggio e relative tre manifestazioni di interesse, verrà presto reso pubblico il bando che permetterà di assegnare la ristrutturazione dei locali e la gestione del servizio attualmente non presente a Piobesi, senza esborso alcuno da parte dell’Amministrazione.

SCUOLA SECONDARIA la ricerca e l’attenzione nella partecipazione ai bandi hanno permesso di ottenere un finanziamento Regionale che opportunamente integrato da fondi comunali servirà per adeguamenti antisismici e messa in sicurezza.

Sempre in merito alla sicurezza dei locali scolastici delle medie, parteciperemo ad un bando Inail. Mentre l’avvenuta partecipazione ad un bando Provinciale, potrebbe permettere di migliorare la palestra con un nuovo pavimento e una bussola di ingresso.

SCUOLA DELL’INFANZIA “BAIMA” nonostante l’istituzione della nuova Scuola Materna Statale essendo consapevoli dell’attività positiva esercitata dalla scuola “Baima” è stato confermato il sostegno Comunale con il rinnovo della convenzione: nel 2013 sono stati liquidati 76.000 euro.

SOSTEGNO ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO anche in tempi di crisi, CONFERMATO per progetti scolastici e materiale di cancelleria.

CASI SOCIALI contributi al disagio. Abbiamo cercato di mantenere gli stessi contributi così suddivisi: famiglie/singoli in disagio economico – assistenza scolastica disabili – acquisto ausili per disabili – centri estivi per disabili – quota associativa consorzio socio assistenziale CISA 31 –riduzione buoni mensa – contributo per rette casa di riposo – pagamento retta asilo – assistenza farmaceutica per indigenti, per un totale di circa 150.000 euro.

LAVORI PUBBLICI/ patrimonio nel corso della legislatura oltre alla già citata Scuola primaria, si sono conclusi i lavori sulla via Vignasse – è stata costruita la ROTONDA sulla via Del Mare–

Sostituita l’ILLUMINAZIONE su via Torino– rialzato lo spazio sul ponte girone eliminando il dosso – asfaltata C.so Italia, V. Torino, V.lo Genova, V. Cervi – ipotizzato l’acquisto tramite permuta di un capannone per rimessaggio mezzi e materiali – benestare all’acquisto di terreno per continuità della PISTA CICLABILE per Vinovo (in fase di realizzazione). CHIESA DI SAN GIOVANNI ai campi – restaurata la cappella barocca, che ha impreziosito ulteriormente la chiesa del X secolo, grazie alla valorizzazione, all’incessante promozione è stata richiesta per un concerto indimenticabile del circuito “Organalia”  ha fatto da cornice al docufilm “La Rivelazione” ed è meta di visite turistiche insieme al Castello e alla torre anch’essi oggetto di attenzione,  ancora vivo il ricordo dei festeggiamenti del millenario, con un convegno straordinario sull’Ambasciatore statunitense Marsh con ospiti illustri. La promozione prosegue attraverso l’adesione alle iniziative turistiche “Nobili terre” e “Castelli aperti”.

CASA di RIPOSO la scadenza della convenzione per la gestione dei servizi è stata l’occasione da parte di Amministratori e consulenti per migliorare il capitolato con garanzie che tutelassero maggiormente gli Ospiti. E nonostante il periodo sfavorevole per ottenere il riordino della struttura attraverso la ristrutturazione senza spese a carico dell’Amministrazione.

CIMITERO anche per il nuovo lotto del cimitero  la costruzione si concretizzerà senza costi. L’Azienda privata erigerà le strutture, cercherà di trarne profitto per alcuni anni e alla scadenza, la gestione tornerà alla proprietà Comunale.

PUNTO ACQUA alternativo al punto Smat – L’installazione tramite il recupero di un vecchio magazzino ci ha permesso di non consumare suolo pubblico e di risparmiare 6000 euro spesa che avrebbe gravato negativamente sul bilancio Comunale.

PALESTRA DI ARRAMPICATA concessa parte della tettoia presso il Centro Incontri – Collaborato all’acquisto dei materiali.

RESTAURATO UN SECONDO FORNO a Tetti Cavalloni che ha valorizzato la Sagra del Pane insieme al costituito “Trofeo Cariton” al trasporto tramite navette, alla costituzione dell’Associazione produttori Cariton e relativo inserimento del prodotto tipico nel Paniere Provinciale.

PARCO del CASTELLO i componenti del Gruppo di Maggioranza CONTINUITA’ e RINNOVAMENTO coadiuvati da alcuni volontari si sono occupati in questi ormai 5 anni, della manutenzione delle siepi dei giardini del Castello, l’iniziativa ha permesso: un notevole risparmio e la cura particolare delle forme che altrimenti si sarebbero perse. CITRONIERA manutenzione conservativa attraverso un accordo integrativo con la ditta Elisaria che eseguirà i lavori non appena ottenuto il benestare delle Belle Arti. Al vaglio per una fase successiva uno studio di fattibilità da me proposto, denominato “La casa nel bosco” educazione alimentare e cucina a misura di bambino che potrebbe essere curato dalla scuola di cucina internazionale IFSE. LAVAGNA LUMINOSA AVIS Collaborazione all’acquisizione ed installazione.

PAESE PULITO mantenuto l’appuntamento con la Giornata Ecologica l’Amministrazione  con Scuole e Volontari – installazione contenitori per le deiezioni dei cani – raccolta teli agricoli no dispersioni.

SICUREZZA: Contrasto prostituzione con ordinanze e collaborazione con altre POLIZIE MUNICIPALI e coop. di recupero. (risultati confortanti) Inaugurata la nuova SEDE della PROTEZIONE CIVILE valorizzato il nucleo di volontari, attraverso corsi di formazione e convenzione con paesi limitrofi, acquistato nuovo pick-up, generatore, e materiale vario per fronteggiare eventuali emergenze.

TELECAMERE installate nei punti sensibili.

RISCHIO IDROGEOLOGICO ordinanza per pulizia / rifacimento fossi – reperimento risorse,  mezzi ed eventuali interventi attraverso gli enti superiori per manutenzione fiumi e canali.

Piano Regolatore Generale Comunale in fase di completamento. Uno dei passi fondamentali e obbligatori è l’adozione del Piano di Assetto Idrogeologico e Sismico che dopo le osservazioni volte ad alleviare i limiti imposti, ha ricevuto il benestare della Regione e finalmente si potrà procedere.

VIA TRIESTE abbattimento e sostituzione degli alberi pericolosi – integrazione delle siepi mancanti.

TRASPORTI dialogo aperto con Agenzia Metropolitana/Sadem/Altre soluzioni per variazione percorso escludendo il centro storico con un servizio migliore alla P.zza San Sebastiano – Adozione navetta in collaborazione con Vinovo e Candiolo (viste le risposte,  le possibilità sono scarse)

POSTE a seguito sondaggio e intervento c/o i vertici, il servizio è sensibilmente migliorato.

PERSONALE alle dipendenze Comunali. Il numero dei dipendenti è stato congelato a seguito di un provvedimento del 2004, di conseguenza precluse nuove assunzioni, previste esclusivamente le sostituzioni  entro l’anno successivo di chi lasciava il posto. Dal 2013 con il Patto di Stabilità le sostituzioni possono avvenire soltanto al 40% del costo di chi lascia. Nei termini, attraverso un concorso vinto brillantemente è stata stabilizzata una dipendente dell’ufficio Anagrafe. Ottimo lavoro svolto ad inizio mandato per l’assunzione del Segretario Comunale attraverso il quale, si sono aggiornati regolamenti e procedure, operazione ripetuta nel 2013 per avvenuta quiescenza del precedente, con un vantaggio economico per il Comune con altrettanta professionalità.

Sperando che l’incessante lavoro e disponibilità abbiano soddisfatto le Vostre aspettative, sarò altrettanto compiaciuto se il mio apporto, unitamente al gruppo CONTINUITA’ e RINNOVAMENTO oltre ai risultati raggiunti, servirà ad accompagnare il ricambio generazionale che garantirà una  amministrazione futura al passo con i tempi.

Vi giungano i migliori Auguri di Buon Natale e speriamo in un 2014 migliore!

Il Sindaco Luciano Bollati

ott 10

           Nel Consiglio Comunale dello scorso settembre si sono registrati interventi che ritornano su un concetto non nuovo:  sembra vi sia sempre contrapposizione e poca considerazione di proposte che non vengano dalla Maggioranza.  

Non mi dilungo sui ruoli istituzionali, diritti e doveri, ricoperti da chi siede in Consiglio Comunale, compiti complementari nel nostro (pur migliorabile) sistema democratico.

È evidente che chi ha un voto in più, può e deve assumersi certe responsabilità, a poco valgono appelli al paese spaccato che deve trovare unità, come se fossimo di fronte ad una emergenza tale da richiedere una specie di “governo di solidarietà nazionale”. Di questi tempi i nostri cittadini hanno altro per la testa che non occuparsi di sofismi spesso sterili.

Ognuno svolga il suo ruolo con serenità.

Ma non si può nemmeno affermare che vi sia sempre e comunque scontro frontale. Gli strumenti urbanistici (PEC) vedono molto spesso voto unanime e in più di dieci anni di amministrazione si sono adottati e recepiti suggerimenti o proposte dei gruppi di opposizione, degni di condivisione.

Non dimentichiamo che le Commissioni Urbanistiche, punto nevralgico di una Amministrazione, anche se tecniche, sono di nomina politica e si sono apportate sensibili modifiche ai vari regolamenti e norme di attuazione proprio per il contributo costruttivo di tutti i componenti. In altro campo e più recentemente una delle migliori proposte in assoluto, la presenza del gruppo ACAT (lotta all’alcolismo) è stata non solo condivisa ma appoggiata nel migliore dei modi possibile. Anche la solita, sterile e petulante diatriba sul Castello (vera ossessione di qualcuno) ha prodotto una proposta condivisibile nello spirito e nelle motivazioni, seppur traballante nella formulazione iniziale: monitorare gli effetti occupazionali e promuovere formazione professionale di alto livello da parte dell’IFSE, l’Accademia di Cucina. L’ultima in ordine di tempo è l’impegno a mettere il Gruppo di Opposizione nelle migliori condizioni per poter condividere scelte importanti di carattere urbanistico. Basta osservare gli avvenimenti sotto una luce meno parziale, le occasioni di accordo non mancano ed il nostro Comune certamente ne ha beneficiato.

Ma vi è un aspetto puramente politico che merita ancora attenzione e nasce effettivamente dalla constatazione che, a volte, la pur civile contrapposizione è aspra.

Nel programma di Viviamo Piobesi, all’inizio si evidenzia la scelta unanime del Candidato Sindaco e l’unanimità è certamente un fattore positivo e gratificante per chi la vive.

Quello che vorrei far notare è che a volte le “eredità politiche” lo sono un pò meno. Avere un Candidato Sindaco caratterizzato da un percorso ben definito, con un notevole consenso personale ma anche condizionato da questo stesso (lungo) passato, potrebbe non essere così utile per una compagine elettorale che spesso richiama termini come cambiamento, innovazione e alternativa. 

Il Vicesindaco

Fulvio Bussano

gen 28

piobesi_youtube

Una scuola bio

E’ possibile vedere su You Tube un video tratto della trasmissione DALLA PARTE DEL CONSUMATORE, andata in onda giovedì 20 gennaio alle ore 20.50 su Telecupole. Il video presenta un servizio interamente decicato alla nuova scuola elementare di Piobesi. Per vedere il servizio cliccate qui.

nov 5

bambini2

Con questo post, intendiamo iniziare un piccolo resoconto di quanto è stato promosso, incentivato, rilanciato e realizzato nei primi 100 giorni delle nuova legislatura dalla Lista Civica Continuità e Rinnovamento, guidata dal nuovo sindaco Luciano Bollati.

La realizzazione della nuova scuola materna statale giunge a coronare una serie di opere, nel settore scolastico, di grandissima importanza: l’ampliamento della vecchia scuola elementare, la costruzione della nuova (finanziata per il 20% ca dalla Regione) e, appunto, l’istituzione di questa nuova sezione che offre una risposta all’allargamento dell’offerta formativa sul nostro territorio.Riassumere in poche parole l’iter seguito per poter giungere a questo risultato non è facile. Tutto l’iter è iniziato a fine febbraio 2009 e possiamo solo ricordare che le scadenze erano estremamente ravvicinate. Tempi strettissimi e panorama generale non certamente favorevole non facevano scommettere un soldo sull’intera operazione, ma ci siamo riusciti.
Ci permettete un po’ di legittimo orgoglio? Siamo stati bravi, sì, sia per la parte politica dell’Amministrazione sia per quella dei funzionari che ci hanno seguito in un’idea che all’inizio appariva praticamente folle. Ma non possiamo dimenticare il ruolo dell’Assessore Regionale Giovanna Pentenero, l’input di partenza sulla strada da seguire che ci è arrivato è stato decisivo, come il grande e determinante appoggio e la strettissima collaborazione con il Dirigente Scolastico Prof. Graziano. Un grazie caloroso ad ambedue, un grande gioco di squadra per un risultato del quale si comprenderà la portata solo tra qualche tempo.
Il prossimo anno scolastico entrerà in funzione la nuova scuola elementare, e cosa avverrà di quella vecchia? Con le dovute cautele dettate da limitate risorse di bilancio, tra circa tre anni, potrà essere la sede definitiva della Scuola Materna Statale che, ove ve ne fosse la necessità, potrà ottenere le sezioni sufficienti a soddisfare l’esigenze del territorio, unitamente alle potenzialità della Scuola Materna Privata Mons. Baima.

giu 9

 campalloncini3

I componenti del gruppo CONTINUITA’ e RINNOVAMENTO ringraziano i Piobesini per la preferenza e senza pausa, continuano il loro impegno proseguendo i progetti in corso, ed elaborando quelli futuri, nell’interesse di tutti i Cittadini.

giu 4

bimbi2

Dopo un’attenta analisi è emerso che per il nostro Comune un asilo nido sarebbe un onere economico pressochè insostenibile: 100.000 € all’anno per una struttura gestita da privati, con 24 posti e rette da 5/600 € al mese.

Esiste però un alternativa in grado di offrire parzialmente il servizio dell’asilo nido: la Sezione Primavera. Si tratta di un servizio per la primissima infanzia previsto dalla Legge Finanziaria 2007, che si rivolge ai bambini tra i 2 e i 3 anni: l’offerta è paragonabile a quella di un nido, ma è sovvenzionato in modo consistente dal Ministero, in tal modo l’utenza affronta (attualmente) una spesa di circa 2/300 € al mese. 

L’esperienza è in corso nel nostro Istituto Comprensivo, nel plesso di Candiolo con ottimi risultati: possiamo pensare di avviare l’iter burocratico per tale servizio da svolgere, tra non molto, eventualmente nella attuale Scuola Elementare.

giu 3

 bimbi

Il Programma della lista Viviamo Piobesi recita: “in proposito si effettuerà un’analisi della richiesta effettiva, in modo da pianificare l’intervento, anche alla luce delle risorse di eventuali soggetti privati, cui affidare la gestione della struttura”.
L’analisi è presto fatta: un asilo Nido per 24 posti costruito e gestito da privati costerebbe al Comune circa 100.000 € all’anno, per poter mantenere rette da 5/600 € mese all’utenza.

È una spesa sostenibile, considerando il numero di beneficiari ed l’incidenza sul bilancio?

mag 29

sanita-old

E‘ in atto un processo di trasformazione piuttosto radicale nella gestione della Salute sul nostro territorio. È una evoluzione che mira non solo a curare le patologie ma coinvolge tutti i soggetti (istituzionali e non) per una presa di coscienza che la salute di un territorio dipende da innumerevoli altri fattori anche politici, sociali, comportamentali, economici ecc.
La nostra ASL ha iniziato un percorso di attivazione per i PePS (Piani e Profili di Salute) che coinvolgerà nel prossimo futuro le Amministrazioni Comunali del suo territorio.
Scelte politiche in settori come qualità dell’aria e dell’acqua, sport, lavoro, ambiente sociale e altro hanno una profonda influenza sulla “fotografia” della salute di un territorio.

E’ nostra intenzione aderire pienamente ai tavoli di lavoro che identificheranno un percorso di lavoro e di proposta per le varie Amministrazioni. Inoltre riteniamo fondamentale l’impegno nel reperimento di risorse per le attività, anche già in corso, ma che potranno essere
valorizzate da un’unica regia e coordinamento da parte dei servizi dell’ASLTO5 a questo preposti.

 

 

 

 

 

 

 

mag 28

 sanita

Nel programma vengono richiamati i Piani di Zona, ma alcune di queste azioni si concluderanno, altre verranno modificate, altre ancora troveranno una collocazione nelle normali attività.
Non è positivo ignorare completamente una fase avviata dalla nostra ASL TO5 denominata PePS (Profili e Piani di Salute) in conformità al Piano Socio Sanitario Regionale.
I vari amministratori saranno chiamati ad operare scelte fondamentali in favore dello stato di salute della propria popolazione. La “salute collettiva” è fortemente condizionata da elementi come qualità dell’aria, dell’acqua, attività motoria, condizioni sociali economiche ecc. (www.aslto5.piemonte.it)

mag 27

dsc044002

Questa sera alle ore 21 presso il Centro Incontri, via XXV Aprile 6 a Piobesi, presenteremo il nostro Programma Elettorale e la nostra squadra.

Sarà un’ottima occasione per conoscerci e confrontarci insieme sul futuro di Piobesi.

Vi aspettiamo!