apr 8

29 marzo, Giornata del Territorio Pulito.

Da oltre 15 anni, l’Amministrazione Comunale ha fatto propria questa iniziativa partita da un gruppo di cittadini responsabili e sensibili.

Una mattinata a raccogliere cartacce e immondizia dispersa, a volte, in modo deliberato. Trenta volontari, alcuni ragazzini ed un gruppetto di bambini (che bello!) e Amministratori in testa… .

Grandi assenti, come sempre, i rappresentanti delle opposizioni in Consiglio Comunale, non di rado avvezzi a parole altisonanti sulle questioni ambientali ma, di fatto, incapaci di realizzare gesti concreti grandi o piccoli che siano.

Che si fosse presenti solo per la bella faccia? .. forse … una bella costanza però…per 15 anni!

Un bell’autogoal, quindi, proprio all’inizio della campagna elettorale. Ma in fondo si tratta anche di “coerenza”, continuare a farsi notare per … l’assenza è sicuramente un atteggiamento lineare. Speriamo si continui così, e che le urne ne decretino l’assenza anche… dalla guida del nostro Comune.

111131191

dic 21

A settembrcaritone 2013 nasce l’“Associazione produttori Cariton” composta da un gruppo di panettieri di Piobesi T.se, Castagnole P.te, Carignano e Osasio che hanno aderito al disciplinare depositato in Provincia per la produzione del Cariton.

Questa prelibatezza è entrata nel Paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino.

apr 27

APRILE 2011. Articolo di riferimento: “Via Napoli, l’area comunale sarà venduta” .

Il punto n° 4 del Consiglio Comunale del 16/03/2011 aveva come oggetto l’ approvazione delle alienazioni e le valorizzazioni immobiliari del 2011.
Come risaputo il termine “alienare” significa trasmettere ad altri la titolarità di un bene o di un diritto.
La titolarità non è detto venga trasmessa tramite la vendita, infatti nel nostro caso, il verbale di deliberazione recita: ….omissis….e per l’acquisizione di un nuovo magazzino Comunale, da effettuare mediante permuta.
Contrariamente a quanto è stato scritto su Vinovo Mese (da un anonimo!!), l’area di via Napoli a Piobesi, effettuata la regolare procedura, non sarà venduta bensì permutata, di conseguenza al contrario di quanto asserito dal redattore, non si intende nel modo più assoluto “fare cassa”, ma il patrimonio Comunale sarà eventualmente incrementato da un magazzino coperto, che meglio preserverà le attrezzature, gli automezzi e materiali vari.
Il tentativo di far apparire inconcludente il precedente Sindaco e superficiale il sottoscritto è veramente patetico: l’area in questione è stata oggetto di numerose destinazioni e, proprio per la posizione infelice e l’esistenza di altre aree verdi nelle vicinanze, non viene frequentata.
Quando si cerca di fare gli interessi della Comunità è indispensabile valutare le situazioni in modo oggettivo, fare tesoro delle esperienze e a volte per criticità sopravvenute, di comune accordo, anche scegliere strade diverse da quelle tracciate in precedenza, e la maggiore soddisfazione è quella di ottenere comunque risultati ottimali cercando, creando risorse.

Via Napoli…… meglio beni utili che si compensano che un’area inutile e inutilizzata.

Il Sindaco
Luciano Bollati

gen 7

piobesi_def

Da oggi potete trovare on line, nella pagina PiobeSI’, la versione digitale della nuova newsletter periodica di Continuità e Rinnovamento.

Questa iniziativa intende rendere più efficace la comunicazione tra l’amministrazione e i cittadini di Piobesi. Il primo numero è stato distribuito porta a porta a tutte le famiglie del paese; per i prossimi numeri, chi lo desidera potrà continuare a riceverlo gratuitamente in versione cartacea compilando il modulo nell’ultima pagina e consegnandolo presso uno dei punti di raccolta indicati. Per tutti saranno disponibili on line su questo sito i successivi numeri della newsletter, in formato elettronico.

dic 17

foodfly

L’IFSE ha lanciato recentemente un progetto, finalizzato a promuovere un nuovo modo per vivere il turismo enogastronomico, grazie alla collaborazione con la North West Service di Busano (To), che gestisce il centro di formazione professionale per piloti di elicotteri.
Si tratta del progetto FOODFLY: una serie di percorsi enogastronomici studiati per utilizzare come mezzo di trasporto l’elicottero.
Una esperienza unica nel panorama dell’offerta turistica italiana: ai turisti viene proposta la possibilità di sorvolare panorami da mozzafiato, fare delle soste programmate visitando aziende di produzione degustando i loro prodotti e visitare luoghi di particolare interesse storico, culturale ed artistico.

Il volo inaugurale del progetto “FoodFly” ideato da Raffaele Trovato e Piero Boffa, ha avuto una testimonial di eccezione, Ornella Fado, conduttrice del programma televisivo americano “Brindiamo”, creato per presentare e far conoscere la tradizione della cucina italiana negli USA.
La troupe ha approfittato per fare delle riprese nell’area di Piobesi, sulla città di Torino e sulla Reggia di Venaria.
Oltre alle riprese in esterno, la conduttrice ha visitato il castello di Piobesi, sede dell’Ifse, partecipando attivamente con gli chef alla preparazione di alcune ricette del territorio.

nov 12

giardino_castello

Tra i vari temi da affrontare con la nuova legislatura, c’era anche quello, sicuramente non trascurabile per l’immagine stessa del nostro Comune e del suo patrimonio culturale ed ambientale, del buon aspetto del giardino del Castello, con i suoi viali e vialetti immersi in antiche siepi di bosso e pregiati alberi secolari .

Come fare? Il bilancio è già tirato, gli operai del comune già super impegnati, e allora…? Con decisione coraggiosa e caparbiamente piemontese alcuni membri del Gruppo Consiliare Continuità e Rinnovamento hanno deciso d’intervenire direttamente, a partire dalla metà di luglio, mettendosi all’opera con forbicioni tagliasiepe, rastrelli, vanghe e quant’altro necessario per riallineare le siepi, estirpare le infestanti, rimuovere le fitolacche e ridare ossigeno e bellezza ai sentieri costeggiati dall’antico bosso.

Un buon lavoro di squadra, alcuni sabati dedicati alla santa causa, e tanto olio di gomito hanno
dato l’atteso risultato….

nov 10

 effetto_europa1

Quando camminiamo liberamente nei magnifici giardini all’Italiana del nostro Castello, quando andiamo a ritirare i libri in biblioteca, compiamo dele azioni che riteniamo ormai “normali”, ma non sarebbe possibile accedere liberamente ai locali ed ai giardini se non fossero stati acquistati dall’Amministrazione Comunale.

Venerdì 6 Novembre abbiamo partecipato all’inaugurazione della mostra EFFETTO EUROPA 1989-2009 Vent’anni di fondi Europei per lo sviluppo del Piemonte.
La Presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso nella presentazione, ha messo in evidenza come con i fondi Europei sia stato possibile incidere profondamente sul territorio e sull’economia, generando sviluppo ed occupazione.
I numeri comunicati sono impressionanti: 36.391 i progetti finanziati – 2668,28 milioni di euro i contributi pubblici – 6123 milioni di euro gli investimenti attivati. Abbiamo visto fisicamente i progetti legati al risparmio energetico presenziati orgogliosamente dagli studenti del Politecnico di Torino, turbine particolari, nuove tecnologie legate alle missioni nello spazio; abbiamo poi potuto ammirare i fotogrammi delle trasformazioni delle aree industriali quali il Lingotto, l’ex Arsenale Militare a Torino e poi una miriade di ristrutturazioni dal nord al sud del Piemonte.
In una delle sale espositive, dove appariva anche una proiezione di ologrammi della Reggia di Venaria, trovavano posto anche alcune gigantografie che ritraevano il Castello di Piobesi dopo la ristrutturazione: anche noi presenti in un contesto così importante!
Siamo stati doppiamente soddisfatti poichè è stato apprezzato il nostro lavoro e perchè il progetto è stato rispettato, il denaro pubblico è stato speso bene e lo stabile stà creando valore aggiunto ad un’Impresa l’IFSE (scuola internazionale di cucina) e di conseguenza anche all’Amministrazione Comunale.

Questa è la dimostrazione che una gestione oculata del patrimonio, la capacità ed il coraggio di attingere alle risorse messe a disposizione, con un po’ di fortuna, portano ad ottenere la fruibilità di opere che altrimenti si perderebbero con il tempo e non potrebbero essere godute e tramandate alla popolazione.

mag 25

 piano-regolatore

E’ stata approvata recentemente una variante di modesta entità per alcuni interventi che non impegnano in modo rilevante il nostro territorio. Rimane la parte che viene definita “sostanziale” che seguirà una procedura più lunga ma che, difficilmente, registrerà interventi edificatori più consistenti. I tre capitoli di rilievo della variante sostanziale  sono i seguenti:

  • analisi di alcune richieste che erano state escluse dalla fase precedente, per motivazioni tecniche, e che verranno doverosamente prese in esame
  • il commercio con la parte normativa che riguarda però aspetti formali e prese d’atto della attuale situazione dei perimetri commerciali
  • il più importante, l’adozione del PAI, Piano di Assetto Idrogeologico.

Vorremmo focalizzarci su questo ultimo punto: sappiamo tutti quanto questo territorio sia vulnerabile in caso inondazioni-esondazioni e la Regione esige, giustamente, che la varie Amministrazioni adottino misure di
protezione da questi eventi.  Gli interventi che abbiamo studiato sono finalizzati al completamento delle procedure per l’adozione della Variante Strutturale, al fine di ottenere uno strumento urbanistico rispondente alla odierna realtà e alle esigenze di uno sviluppo fisiologico e sostenibile del nostro tessuto urbano, prestando la massima attenzione possibile a tutte le implicazioni che deriveranno dall’adozione del PAI .

mag 24

autunno-06-064

Tra le opere pubbliche previste dal nostro Programma, gli interventi su via Trieste occupano una posizione di sicuro rilievo. In virtù dei recenti insediamenti abitativi di quest’area, è necessario ripensare alla viabilità e alla strutturazione della zona:  la sistemazione stradale di via Trieste, con la necessaria sostituzione dei tigli esistenti e il rifacimento del ponte (ponte Girone, per i vecchi piobesini) sono certamente prioritari. In particolare il ponte è elencato da molto tempo nei piani di sicurezza della Regione, in quanto costituisce un serio impedimento al deflusso dell’acqua in caso di aumento della portata del Rio Essa. Anche il Lago dei Germani, con la sua  nutrita fauna che incuriosisce grandi e piccini, può rivestire notevole importanza come area naturalistica.

Le azioni che intendiamo intraprendere comprendono il rifacimento del ponte di via Torino, la risistemazione delle sponde del rio secondo i canoni dell’ingegneria naturalistica, la creazione di un passaggio pedonale parallelo posto in sicurezza rispetto al traffico veicolare e di una passerella ciclo-pedonale di attraversamento (già prevista in precedenza), la progettazione e la gestione dell’aspetto naturalistico del Lago dei Germani e dell’area del Rio Essa, in collaborazione con associazioni del settore.

mag 22

strade1

E’ giunta recentemente comunicazione dalla Regione dell’assegnazione di un contributo di 40.000 € per opere di viabilità.  Questo finanziamento, frutto dell’eccellente attività dell’Ufficio Tecnico Comunale e della conoscenza approfondita dei meccanismi che regolano lo stanziamento e l’ottenimento dei fondi, permetterà di completare le opere di asfaltatura, nelle aree che lo richiedono prioritariamente.